Scopriamo insieme bufale e verità sull'acqua alcalina ionizzata

Acqua Alcalina Ionizzata e Malattie cardiovascolari, Infarto

I benefici dell’acqua alcalina ionizzata sulle malattie cardiovascolari.

Infarto e Malattie Cardiovascolari: l'acqua alcalina ionizzata può dare beneficio.

Infarto e Malattie Cardiovascolari: l’acqua alcalina ionizzata può dare beneficio.

Patologia cardiovascolare è un termine che abbraccia una serie di condizioni che colpiscono il cuore: colesterolo alto, ipertensione, condizioni patologiche che riguardano i vasi sanguigni, come arterie ostruite o bloccate.

Tali condizioni accrescono in maniera significativa il rischio di infarto, ictus, aneurisma e scompenso cardiaco.

Un fattore molto importante di cui tenere conto in tali condizioni è la fluidità del sangue: è importante che il sangue sia fluido per il buon funzionamento dell’apparato cardiovascolare e per abbassare il rischio di trombosi, ictus e infarto.
L’acqua alcalina ionizzata, grazie all’apporto di ioni negativi e alla sua capacità maggiormente idratante rispetto alla comune acqua di bottiglia o del rubinetto, è in grado di aumentare la fluidità del sangue.

Il sangue è formato da acqua per l’ottanta per cento.
Se non adeguatamente idratati, i globuli rossi possono diventare viscosi e disporsi secondo uno schema detto
formazione di rouleaux.
Significa semplicemente che le cellule ematiche aderiscono l’una all’altra formando file o impilandosi, il che impedisce al sangue di scorrere liberamente attraverso le coronarie; inoltre, la quantità di ossigeno trasportata dai globuli rossi in queste condizioni è nettamente inferiore rispetto alle condizioni normali, il che si traduce in maggior stanchezza e livelli di energia più bassi.

Sangue sano e sangue con formazione di roleaux

Sangue sano e sangue con formazione di roleaux

La formazione di rouleaux è dunque una condizione grave che accresce il rischio d’infarto.

Essa è reversibile in tempi brevissimi grazie al consumo d’acqua alcalina ionizzata:

  • la struttura molecolare dell’acqua alcalina ionizzata permette di idratare le cellule del sangue fino a 9 volte di più rispetto alla comune acqua di rubinetto o in bottiglia; i globuli rossi, maggiormente idratati, aumentano il loro volume e aumentano la loro capacità di trasportare ossigeno; 
  • il sangue, grazie all’apporto di acqua alcalina ionizzata, maggiormente idratante, diventa più “liquido” abbassando la sua viscosità;
  • la carica elettrica negativa dell’acqua alcalina ionizzata le consente di penetrare rapidamente nelle cellule, idratandole;
  • tale carica elettrica inoltre ha l’effetto di “distanziare” i globuli rossi l’uno dall’altro, contribuendo a demolire la formazione di roleaux.

Grazie a questi fattori, l’acqua alcalina ionizzata può aiutare a ripristinare le normali condizioni del sangue soggetto a sindrome di rouleaux, quindi può aiutare ad abbattere significativamente il rischio cardiovascolare.

Esiste un caso medico affascinante che dimostra le qualità terapeutiche dell’acqua alcalina ionizzata per le patologie cardiovascolari.

Secondo il dottor Kuwata Keijiroo, medico giapponese, un paziente trentacinquenne affetto da cardiopatia vascolare in cinque anni era stato sottoposto a vari trattamenti, per cui entrava ed usciva dell’ospedale. Aveva anche dovuto subire un invasivo intervento chirurgico, ma la malattia seguitava a ripresentarsi sempre più grave.

Proprio quando il paziente cominciava a temere che non sarebbe vissuto di più, un suo familiare ha sentito parlare dell’acqua alcalina ionizzata e ha acquistato uno ionizzatore. Il paziente ha iniziato a bere regolarmente acqua alcalina ionizzata e la malattia ha risposto molto bene. Il paziente ha iniziato a riprendersi fino a guarire completamente.

Si tratta di un caso convincente, che dimostra la capacità dell’acqua alcalina ionizzata di contribuire al trattamento di una delle patologie degenerative croniche più pericolose, anche quando le terapie mediche convenzionali non hanno successo.

Tratto da I benefici dell’acqua alcalina del Dott. Ben Johnson

Calvizie e rischio di infarto: stessa causa

Scienziati americani hanno scoperto, nel quadro di un’indagine su estesi campioni, che sussiste una stretta relazione tra calvizie e rischio d’infarto.

Il potenziale di neutralizzazione dei rifiuti acidi che gli uomini calvi possono mobilitare in tempi stretti è quanto mai esiguo (vedi calvizie), quindi quando si verifica una situazione di emergenza in questo senso per l’organismo, il rischio di un infarto è particolarmente alto.

Ciò è dovuto alla situazione di emergenza con cui l’organismo deve neutralizzare dei rifiuti acidi: non avendo modo di prendere più sostanze alcaline dal cuoio capelluto, la cui riserva è stata già esaurita, deve trovare d’urgenza un altro deposito di sostanze alcaline di pronto utilizzo.

L’interno dei vasi sanguigni è l’ideale in questo senso, il quale viene progressivamente depauperato, finché si verifica una vera e propria situazione di “rottura”. Questo è l’infarto.”

E’ stato dimostrato che l’acqua alcalina ionizzata aiuta a ristabilire l’equilibrio acido-basico dell’organismo e aiuta ad eliminare le scorie acide in eccesso.
Per questo motivo può essere di grande aiuto nei casi di malattie cardiovascolari.

ionizzatori-acqua-alcalina-meglio-in-salute


Per chi cerca uno ionizzatore d'acqua alcalina di massima qualità, consiglio di rivolgersi a Meglio in Salute, azienda italiana che conosco bene, della quale ho massima stima e fiducia.

ionizzatori-acqua-alcalina-meglio-in-salute

L'unica acqua alcalina ionizzata che è stata oggetto di studi medico-scientifici pubblicati da riviste del settore accreditate è l'acqua alcalina prodotta con uno ionizzatore d'acqua tramite meccanismo di elettrolisi, con elettrodi in titanio e platino.

Per approfondire i benefici dell'acqua alcalina ionizzata prodotta da uno ionizzatore d'acqua di qualità:
Leggi tutti i benefici dell'acqua alcalina ionizzata.
Top